MANUTENZIONE GRONDAIE

La pulizia grondaie va eseguita periodicamente e in genere con scadenza annuale alla fine dell’estate. E’ un’operazione che si può eseguire autonomamente a patto di essere dotati di una strumentazione apposita e che si possa raggiungere il tetto con facilità. La pulizia grondaie in condominio al contrario non può essere eseguita con mezzi fai da te, e sarà sempre necessario affidarsi a una ditta che sappia come operare in sicurezza anche ad altezze elevate. Il primo passo è quindi quello di chiedere un preventivo per la pulizia delle grondaie.

QUANDO EFFETTUARE LA PULIZIA GRONDAIA E TETTO?

In genere la pulizia grondaie di un’abitazione privata va eseguita una sola volta l’anno in concomitanza con l’inizio della caduta delle foglie degli alberi o delle prime piogge. Una pulizia approfondita in questo periodo dell’anno consente di liberare gli scarichi dalle ostruzioni in maniera che siano in grado di accogliere le piogge dei mesi freddi e soprattutto le foglie degli alberi caducifoglie senza intasarsi.

La presenza di alberi caducifoglie nei pressi dell’abitazione e soprattutto nelle immediate vicinanze del tetto è un elemento da tenere in considerazione nel momento in cui si stabilisce con quale frequenza eseguire la manutenzione delle grondaie e dei pluviali. Se il tetto e le grondaie dell’abitazione vengono spesso ricoperti da foglie secche, sarà necessario operare la pulizia grondaia e tetto almeno due volte l’anno.

PULIZIA GRONDAIE CONDOMINIO

La pulizia grondaie di un condominio andrà sempre affidata a una squadra di esperti che sarà in grado eventualmente anche di individuare ostruzioni ed eliminarle con mezzi tecnici appropriati, come sonde e idropulitrici.

Anche la pulizia delle grondaie di un condominio dovrà essere eseguita con cadenza semestrale nel caso siano presenti dei fattori ambientali che ne favoriscano l’ostruzione. E’ bene ricordare che ostruzioni o danni alle grondaie di un condominio possono causare infiltrazioni d’acqua e danni alle strutture comuni o dei singoli condomini, prima causa di muffa alle pareti.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *